****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

lunedì 23 luglio 2012

Effetto serra da Pechino più C02 di Europa e Usa insieme

"Lentamente ci ammazziamo!!"
La popolazione cinese è lontana dal raggiungere il livello di benessere dell'Occidente ma il rapporto annuale del Joint Commission Center della Commissione Europea certifica che le emissioni pro-capite di anidride carbonica della Cina sono ormai pari a quelle europee, e anche se il record statunitense è ancora lontano l'escalation ha portato la Cina a un nuovo record mondiale nella produzione di CO2, che allontana sempre più gli obiettivi minimi indicati dagli esperti per evitare gli effetti peggiori del riscaldamento globale. Secondo il documento dell' Ue nel 2011 si è registrato un aumento delle emissioni, arrivate a 34 miliardi di tonnellate, del 3% rispetto all'anno precedente. Se nei paesi occidentali la crisi economica ha rallentato la produzione del principale gas serra, scesa del 3% nell' Ue e del 2% in Usa e Giappone, l'aumento cinese del 9% da solo ha ampiamente bilanciato il calo. Il paese del Dragone ha ormai stabilmente la fetta maggiore di emissioni nel mondo, con il 29%, seguita da Usa (16%), Ue (11%), India (6%), Russia (5%) e Giappone (4%). Gli esperti europei scrivono che «tra il 2000 e il 2011 sono state immesse in atmosfera 420 miliardi di tonnellate di anidride carbonica. L'obiettivo di mantenere l'aumento della temperatura media sotto i 2 gradi sarà centrato solo se tra il 2000 e il 2050 la cifra totale non supererà i 1000-1500 miliardi. A questi ritmi difficilmente verrà centrato». 
II primo pericolo è quello ambientale: il cielo è sempre più inquinato sopra le principali città cinesi, colpa dell'eccessivo uso del carbone per il riscaldamento.
FONTE

Nessun commento: