****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

mercoledì 19 ottobre 2011

Partecipare alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Ci saremo anche sull' Isola con gazebi informativi 
( MoVimento 5 Stelle )
Per fomentare la consapevolezza dell’opinione pubblica sulle questioni ambientali, sia tra gli attori economici che la gente in generale, la Commissione Europea ha stanziato 244 milioni di euro attraverso uno strumento finanziario, già noto ai project manager di progetti europei, dedicato esclusivamente alla protezione del nostro ecosistema: LIFE+. Le tre sezioni in cui il programma di finanziamento si divide sono: Natura e biodiversità, Politica ambientale e gestione, e infine, non meno importante, Informazione e comunicazione. Quest’ultima sezione appoggia la Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti (2009-2011) per contribuire allo sviluppo sostenibile. Dal 19 al 27 novembre si celebrerà in tutta Europa la terza edizione di questo evento. LA SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI La Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti si
beneficia della pluriennale esperienza dell’Agenzia per l’Ambiente e il Controllo dell’Energia di Francia (ADEME), pioniera in Europa in questo campo. Gli obiettivi sono principalmente di informare riguardo il concetto di prevenzione di rifiuti, introdotto dalla direttiva europea 2008/98/CE recepita con il Decreto Legislativo 205 del 3/12/2010, durante un’intera settimana, coordinando azioni di sensibilizzazione organizzate da differenti attori (amministrazioni/autorità pubbliche, associazioni/ONG, imprese/industrie, enti di formazione, ecc.) con l’obiettivo di raggiungere un vasto pubblico (lavoratori, bambini, ecc.). La settimana verrà organizzata da quelle autorità pubbliche che dispongano di competenze nell’ambito della prevenzione dei rifiuti. Nei rispettivi territori di competenza, opereranno come organizzatori, raccoglieranno e verificheranno le iscrizioni dei progetti proposti per le diverse categorie di concorrenti definiti come «responsabili di progetto». Le finalità dell’evento in sintesi consistono in: Fomentare le azioni sostenibili di prevenzione di rifiuti in tutta Europa. Far conoscere agli Stati membri la strategia, le politiche di prevenzione e riduzione dei rifiuti dell’Unione Europea. Spiegare il concetto di riduzione dei rifiuti mediante le azioni realizzate dai diversi attori partecipanti. Fornire informazione specifica in merito alle attività e i cambiamenti di comportamento che permettano di agire con efficacia per mobilitare e stimolare il maggior numero possibile di persone affinché seguano la direzione indicata dalla direttiva europea. Diffondere l’impatto diretto dei consumi nel cambiamento climatico e nell’ambiente naturale. Far conoscere le relazioni che intercorrono tra la riduzione dei rifiuti e lo sviluppo sostenibile. Per saperne di più riguardo le edizioni precedenti, per trarre spunti utili al proprio progetto, e soprattutto per iscriversi visitate il sito italiano, dedicato a questa encomiabile iniziativa. Buon divertimento a tutti i partecipanti. Dato che recentemente è stato sospeso il SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti), il quale doveva dare risposta alla citata direttiva europea in materia di rifiuti e impatto ambientale, ci auguriamo che almeno i cittadini italiani siano capaci di apportare, con i loro progetti innovativi efficaci, modelli di sviluppo sostenibile tali da dare il buon esempio a tutti. Il messaggio che dovremmo inviare agli addetti all’imposizione fiscale in materia di rifiuti è: chi ricicla di più dovrebbe pagare di meno.

Nessun commento: