****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

sabato 26 novembre 2011

La Nazione va a rotoli e l' Isola segue a ruota!!!

Oggi la bolletta energetica pesa come un macigno sulle tasche degli italiani. Si calcola che a settembre il caro-energia ha toccato la cifra-record di 61,9 miliardi, pari al 3,91% sul Pil. In pratica, dice la confederazione, ogni famiglia paga una bolletta di 2.458 euro all'anno. A far esplodere il costo energetico, aumentato del 26,5% negli ultimi 12 mesi, ha contribuito l'aumento del prezzo del petrolio attestato a settembre a 106 dollari al barile (+143% rispetto a marzo 2009). Inevitabili le ripercussioni sui prezzi dei carburanti, dei trasporti e del gas. E l'Italia  fa registrare aumenti ben superiori a quelli medi europei. Infatti, tra ottobre 2010 e ottobre 2011, in Italia il prezzo del gas e' aumentato del 12,2%.
Analisi : Che una famiglia spendi 2500 euro l' anno in energia per la casa(gas ed elettrico) è di per se una follia come consumo ,in quanto la cifra lievita per la fascia alta di consumo, gli attuali e futuri aumenti possono essere elusi con piccole accortenze.Certo è ,che con un quadro di gestione energetico ben chiarito(nel Mondo) da anni, vedere ad Ischia sbattersi a mollare tubi del gas interrati suona ancor più folle.Una cerchia di persone alternate dal 2004 ad oggi che hanno preso come unico obiettivo ingrossare le loro tasche e parallelamente indebitarci e obbligarci a non poter usufruire di logiche energetiche che andrebbero sposate all' istante sull' Isola( energie rinnovabili),per non parlare dei danni all ambiente arrecati in modo irreparabile e i fastidi che nasceranno per la manutenzione  viste le modalità pessime della posa.
Poi va aggiunto un dato di responsabilità al risparmio energetico ,sull' Isola in particolare abbiamo un consumo triplo rispetto al dovuto ed a terra ferma non stanno tanto meglio,quindi per combattere questi flussi di aumenti (che saranno perenni visto il picco energetico in corso da 3 anni) occorre spingere all' obbligo sulle energie rinnovabili e riconvertire le abitazione su parametri termici di risparmio che ad oggi non esistono ,se non in rare eccezioni.
Insomma, è tutto ovvio e a portata di mano .............. SVEGLIAAAAAAA.

Nessun commento: