****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

mercoledì 28 settembre 2011

Capannori: Comune, Ascit e Cittadinanza Attiva per il protagonismo dei cittadini

SARA’ REALIZZATA UNA CARTA DELLA QUALITA’ DEI SERVIZI DI ASCIT Grazie a un accordo con tra il Comune e l’azienda che gestisce i rifiuti e Cittadianzattiva, saranno effettuati dei monitoraggi che coinvolgeranno anche i cittadini Un vademecum contenente gli standard da rispettare nel servizio di raccolta rifiuti. Inoltre i diritti dei cittadini e a chi rivolgersi in caso di controversie. Sono queste le principali informazioni che saranno riportate nella “Carta della qualità dei servizi di Ascit” che sarà realizzata dall’associazione “Cittadinanzattiva toscana onlus” grazie a
un protocollo sottoscritto lunedì assieme a Comune di Capannori e Ascit spa. Il documento, a cui Capannori ha aderito come primo ente in Italia, prevede anche l’attivazione di un monitoraggio periodico sull’erogazione dei servizi che vedrà la partecipazione di rappresentanze dei cittadini. I dati raccolti saranno elaborati e utilizzati, su base annuale o periodica, in sessioni di verifica sulla qualità dei servizi erogati. Sarà poi istituita una commissione mista conciliativa, a cui parteciperanno rappresentanti del Comune, Ascit e dei cittadini, che avrà lo scopo di risolvere le controversie che dovessero insorgere tra gli utenti e l’azienda dei rifiuti. “Un maggior coinvolgimento dei cittadini nelle buone pratiche ambientali passa anche dal riconoscimento dei loro diritti e dalla conoscenza dei doveri da parte nostra e di Ascit – afferma l’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci -. Ci siamo sempre impegnati a garantire la massima trasparenza del nostro operato; questo ulteriore passo, che ci vede ancora una volta primi in Italia, ne è l’ulteriore dimostrazione”. “Oltre a essere uno strumento di trasparenza – afferma il presidente di Ascit, Maurizio Gatti – la carta impegna l’azienda a garantire elevati standard qualitativi, che già oggi sono ottenuti, come dimostra la grande collaborazione della popolazione nell’effettuare la raccolta ‘porta a porta’. Questo ‘patto’ con i cittadini sarà da stimolo per rendere ancora più efficiente la comunicazione e per meglio verificare che gli impegni presi da Ascit nei confronti dell’utenza siano rispettati”. Per l’attuazione di questo accordo e per la stesura della carta della qualità dei servizi Ascit verserà a Cittadinanzattiva la somma di 5 mila euro. Il protocollo sottoscritto lunedì segue quello del 2008 relativo al progetto “Trasparenza prezzi e tariffe” che aveva tra i suoi obiettivi primari quelli di garantire vantaggi per i cittadini-consumatori e di consentire la trasparenza e la responsabilità nella formazione e nel contenimento dei prezzi e delle tariffe. FONTE

Nessun commento: