****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

sabato 17 dicembre 2011

A gennaio altro ritocco a luce e gas

Con un delirio tanto forte ancora non ci si avvede di cosa accade intorno a noi, parlo della follia della metanizzazione e dei continui progetti terna in mare, investono prettamente su ciò che è antieconomico.


Dal primo gennaio le tariffe elettriche sono attese salire del 4,8%, con un aumento di 0,8 centesimi al chilowattora che - spiega Davide Tabarelli, esperto tariffario di Nomisma Energia - per una famiglia 'tipo' (2.400 chilowattora consumati l'anno e 3 kw di potenza impegnata) si tradurrebbero in un aumento di 21,5 euro su base annua. Per il gas, invece, e' atteso un aumento del 2,7%. Vale a dire 2,3 centesimi al metro cubo che per la stessa famiglia 'tipo' (1.400 metri cubi di metano consumati in un anno) comporterà un aggravio di quasi 32 euro annui. Un aggravio quello atteso per la luce nel primo trimestre dell'anno che, sommato a quello previsto per la luce, rischia di tradursi in una vera e propria stangata pari a oltre 53 euro l'anno per le famiglie, spiega Tabarelli sottolineando che a 'spingere' i nuovi rincari giocano le quotazioni del greggio - schizzate negli ultimi mesi ai record di 110 dollari al barile - ma anche dai maggiori costi legati alle fonti rinnovabili e ai prezzi di trasmissione............. Fonte

Nessun commento: