****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

sabato 15 ottobre 2011

Navi in fiamme al largo dei bastioni di Orione


Franco Regine sul Golfo del 26 agosto2011,a proposito di una gestione isolana ed “extra” dell’ UMIDO ORGANICO tramite centrale a BIOGAS……………..
1 - I reali dubbi sul progetto CRETAIO a quanto pare tanto utopistici non sembrano.
- Questo centro non credo abbiano minimamente valutato l impatto ambientale (visti come e dove sono sorti altri)dovrebbe trattare circa 45tonnellate al giorno di umido Isolano + Capri e Procida.
3 - Resto convinto di una gestione diffusa dell’umido tramite box compostiere, essendo Isola di prodotti agricoli trovo sensato il recupero per compost, mentre per l energia ci sono altre rinnovabili strade.
Tutti bravi a parlare da pseudo ecologisti e grandi economisti, ma non menzionano tutto il quadro del progetto, omettendo tutte una serie di variabili, in più non accennano ad un calo della pressione tariffaria della TARSU( e diverrà TARES), cosa che con una gestione diffusa sarebbe possibile e la partenza del progetto non graverebbe alle tasche delle generazioni future(parlano di Project Finance)perché soldi non ce ne sono, ma sarebbe affrontabile un diverso progetto con le attuali entrate della TARSU(correttamente investite) per poi essere sgravati dalle tasche del cittadino.
Ps: tutti a rifiutare il comune unico fino a qualche giorno fa, ora spuntano un po tutti con idee per centralizzare (energia e ambiente), quando proprio queste 2 tematiche vanno affrontate in : micro gestioni e micro produzione, sarebbero di facile realizzazione per qualsiasi Comune singolarmente.
 Sull’ Isola per spazi e densità abitativa non ci sono elementi per centralizzare.

Nessun commento: