****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

giovedì 20 ottobre 2011

Dopo 10 anni forse arriviamo al rispetto delle leggi sulle Energie Rinnovabili

Da oltre dieci anni si sono susseguite in Italia una lunga serie di Leggi e Decreti per gli obblighi ed i vantaggi sulle Energie Rinnovabili Le fonti di energia rinnovabili sono le fonti non fossili, tra esse le principali sono: quella solare, l'eolica, la geotermica, la biomassa e l'idraulica. I due, principali, riferimenti legislativi che sanciscono, in Italia, l'obbligo dell’utilizzo di fonti rinnovabili di energia per l'energia elettrica sono il D.P.R. n. 380 del 06.06.2001 ed il Decreto Legislativo n. 311 del 29.12.2006, entrambi successivamente alla loro pubblicazione modificati ed integrati. Sia per gli edifici di nuova costruzione sia per quelli soggetti a ristrutturazione, siano gli edifici pubblici o privati, è fatto obbligo di installare impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica; in particolare, l’obbligo dell’installazione di pannelli fotovoltaici è stato ribadito anche dal D.P.R. n. 59 del 2009 che ha attuato le indicazioni descritte dal Decreto Legislativo n. 159 del 2009. La sequenza di provvedimenti modifiche ed integrazioni, ai provvedimenti legislativi per l’utilizzo obbligatorio dei pannelli fotovoltaici, nella realtà è stata più lunga ed articolata di
quanto sopra descritto e nel 2011 ha compiuto i dieci anni. La comparsa dell’obbligo dell’utilizzo dei pannelli fotovoltaici, nel quadro legislativo italiano, risale al 2001 con il D.P.R. n. 380 con la successiva Legge Finanziaria 2007 n. 296/06 che prevedeva per le nuove costruzioni l’installazione di almeno 0,2 kW di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica; successivamente, la Legge finanziaria 2008 n. 244/07 incrementava la soglia minima di potenza da installare obbligatoriamente, ad 1 kW per i nuovi edifici civili, compatibilmente con i vincoli tecnici e di spazio occupato, per le gli edifici industriali con un’area superiore ai 100 metri quadrati la potenza minima da installare era di 5 kW. Nel 2009 e nel 2010 si sono susseguite due leggi, la 14/09 e la 25/10 di conversione, rispettivamente dei Decreti Legislativi, 207/09 e 194/09, che hanno prorogato l'entrata in vigore dell’obbligatorietà dell’utilizzo dei pannelli fotovoltaici e delle altre fonti rinnovabili di energia, prima al 01.01.2010 e poi al 01.01.2011; attualmente tutti i comuni italiani avrebbero dovuto o dovrebbero aggiornare i propri regolamenti di edilizia urbana con l’obbligo dell’utilizzo di fonti rinnovabili di energia secondo i valori minimi di riferimento descritti dalla Legge 244/07 (finanziaria 2008).
 È bene osservare che ci sono molti comuni italiani, nei quali le leggi nazionali sono state rapidamente recepite ed il rilascio dei permessi di costruzione è vincolato all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia che nella maggior parte dei casi coincidono con l’utilizzo di pannelli fotovoltaici; in ogni caso occorre informarsi sulle legislazioni locali che non sempre recepiscono rapidamente ed efficacemente le direttive nazionali. È bene sottolineare che l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia conferiscono, agli edifici che se ne avvalgono una superiorità rispetto agli altri edifici, in termini di valori etici e commerciali; valori registrati dalla qualità del certificato energetico degli stessi edifici.
FONTE

Nessun commento: