****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

sabato 13 febbraio 2010

Perché Energie Rinnovabili


“Componente A3”, ovvero somma destinata a progetti per le energie rinnovabili era la cifra pagata da noi in bolletta Enel dal 1992 al 2007, versamento che è oscillato dai 2 ai 5 euro per le abitazioni e dai 6 ai 9 euro per un attività.
E non dimentichiamo che sempre dagli anni 90 al 2007 in bolletta era inserita anche la “Componente A2”,ovvero attività nucleari residue.
Praticamente da dopo il referendum del 1987, ci siamo trovati a pagare i danni non risolti fino al 2006 ,una somma oscillante dai 30 a 70 centesimi d’ euro.
Queste componenti aggiuntive vanno interpretate come somme versate bimestralmente, moltiplicate per 15 anni e per non meno di 30milioni d’ utenze.
Voglio ricordare anche una bieca modifica aggiunta al cip 6 :la parola “e assimilabili, questo termine ha scaturito la libertà di volgere questo accumulo anche a tecnologie d’ incenerimento e perchè no anche al nucleare a quanto pare……questo accadde nell’ anno 2006 (governo Prodi) .
Oggi la non coerenza delle amministrazioni che in un periodo di crisi economico ed energetica non vanno ad investire e recuperare tali risorse, quindi il non investire in fonti rinnovabili a favore di altre meno inquinanti , è incoerente.
È come aver versato i contributi pensionistici per 40 anni per poi quando è il momento di riscuoterli , si rinunci a tale diritto!!.
“Isola Rinnovabile” non è altro che una sorta di equipaggiamento gratuito per far fronte a problemi di blocco economico isolano( urbanistico , turistico, ambientale e popolare).
Bisognerebbe munire tot. abitazioni d’ impiantistica fotovoltaica, i cui guadagni dalla vendita di energia coprirebbero le spese energetiche dell’ abitazione, il costo dell’ investimento ed in + alimenterebbe il settore edilizio tramite interventi mirati alla miglioria termica dell’ immobile ( un adeguamento alle abitazioni e strutture pubbliche volto al risparmio energetico).
Tutto questo investire abbraccerebbe la comunità isolana con un vero è proprio salto di qualità di offerta turistica e di benessere nell’ abitare qui ad Ischia.


Questo mio pallino per il fotovoltaico scaturisce da alcune considerazioni:

  • E' di rapida installazione .
  • Non ha impatto ambientale .
  • E' durevole nel tempo .
  • E' di facile riciclo .

Nessun commento: