****************************************************************************************************************************************************


HOME--------------------INFISSI in ALLUMINIO------LAVORI in LEGNO

sabato 21 dicembre 2013

Reserve Vending


Il REVERSE VENDING è una modalità di raccolta dei rifiuti che utilizza macchine ritirano e selezionano i contenitori in vetro, plastica e alluminio a fronte di un incentivo economico rilasciato al singolo che deposita il materiale all’interno dei dispositivi. E’ una modalità già in uso, con successo, in diversi Paesi del Nord Europa e si cominciano a vedere alcuni esperimenti anche nel nostro paese (Comune di Aquilonia, un distributore di benzina a Vicenza).
Questo sistema, grazie alle tecnologie utilizzate, consente di selezionare e pulire il materiale destinato al riciclo, aspetto fondamentale per una buona riuscita del
meccanismo differenziazionericiclaggio. Oggi la raccolta differenziata viene fatta attraverso una selezione del materiale ad opera del singolo cittadino che spesso per diverse ragioni non “pulisce” adeguatamente i materiali destinati al riciclaggio: questi vengono inseriti nei cassonetti che non sono in grado di riconoscere se il bene da riciclare è “pulito” (ad es. se la bottiglia di plastica è priva dell’etichetta di carta). La mancata pulizia è infatti un aspetto destinato a far fallire (o rallentare) la catena differenziazione-riciclaggio Con il dispositivo “reverse” invece la selezione avviene automaticamente ad opera della macchina. Garantire un siffatto materiale per il riciclaggio riduce la percentuale di scarto e rende il prodotto finale assai appetibile in quanto direttamente utilizzabile senza ulteriori manipolazioni.
 Il sistema infatti, oltre a premiare il cittadino che deposita i contenitori presso le macchine di raccolta e a cui viene rilasciato un benefit economico, permette di:
1) salvaguardare l’ambiente attraverso l’aumento delle prescritte percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti:
 2) ridurre il volume dei rifiuti, incentivando il singolo cittadino a differenziare e a depositare all’interno della macchina i contenitori in vetro, plastica ed alluminio ottenendo un incentivo economico;
 3) migliorare l’arredo urbano: si pensi, infatti, ai nostri centri urbani invasi da contenitori di tutti i generi, che spesso giacciono per giorni sui nostri marciapiedi o nei nostri giardini pubblici prima di essere asportati;
 4) dare un piccolo sostegno alla moltitudine di persone disagiate che raccogliendo i contenitori e depositandoli presso la macchina possono ottenere una ricompensa;
 5) far risparmiare denaro agli enti locali in quanto è lo stesso cittadino che porta presso la macchina il contenitore e non è l’ente che deve occuparsi del ritiro e dello stoccaggio in discarica; inoltre i rifiuti vengono automaticamente compattati dalla macchina riducendone il volume e riducendo così i costi di trasporto.
 6) aumentare il volume d’affari dell’attività ove è posizionata la macchina: il sistema del REVERSE VENDING, infatti, è un vero e proprio mezzo di marketing in quanto contribuisce ad incrementare la propria clientela, che è incentivata a recarsi presso il centro ove è situata la macchina per ottenere l’incentivo sotto forma di sconto, e distingue sensibilmente l’immagine positiva dell’azienda o del gruppo di attività commerciali.

Nessun commento: